RECENSIONE DERANGED: Spit out demo - Sardinia Punk

Cerca nel sito

Vai ai contenuti

Menu principale:


20 Luglio 2013

Deranged

SPIT OUT DEMO

2013 - Autoproduzione


Non so se perché sono stati in Inghilterra per un anno e mezzo, bazzicando probabilmente l’ambiente punk locale e suonandoci,  o  solo per meriti strettamente loro, ma questi Deranged, cagliaritani, tirano che è un piacere e rendono giustizia al concetto di punk nella sua accezione più ruspante e significativa, sia di derivazione americana che britannica. “Spit Out Demo”, sette tracce uscite nel 2013, mettono in scena un’energia ed un impatto hardcore punk  talmente incompromissori e sinceri  che ti fanno benedire non so chi o cosa esistano ancora ragazzi che suonano con cuore, rabbia, testosterone e coglioni come questi quattro sardi. Deranged battono i palchi da due anni e mezzo,  ma questa formazione, Dog - chitarra e voce, Rusty - chitarra e voce, Dany Mask – basso, Alex – batteria è insieme da fine 2012: hanno rinnovato line up, con un bassista nuovo e un chitarrista in aggiunta. I risultati sono sorprendenti: le due chitarre assicurano un sound potente, un vero muro di suono: questo è quello che ci trova davanti  e che annichilisce con Monkey Ride, il primo episodio del demo, un incredibile hardcore punk serrato che subito materializza ectoplasmi Circle Jerks, ma anche Crass, insomma il meglio dell’avanguardia punk internazionale ’70.  Ma già con la seguente  stupenda Alleyway, una “ballata” (?!) punk satura di benedetta elettricità – molto bravo il bassista Dany Mask a sottolinearne i vari passaggi – Deranged fanno intendere che il loro raggio d’azione punk  è esteso, e che non disdegnano varietà di ritmi e di approccio. In Alleyway ha modo di spiccare anche la performance vocale (Dog? o Rusty?) molto english punk ’70, acida e perversa, di discendenza J. Rotten e Smith (Mark, quello di The Fall). E poi? Ancora violenza cieca e tiro ‘ramonesque’ con Holy Knife, Side of the river, Wath’s wrong with you – bravissimo Alex alla batteria, una vera macchina da guerra ritmica - mentre Walking out e Listening enough  evidenziano l’abilità dei Deranged a creare gustosi refrain punk a base di melodie marce e cambi di ritmo. Sono stato letteralmente conquistato dai Deranged, non vi nascondo che alla fine del settimo brano e dei 15 minuti scarsi di “Spit Out Demo” ho pensato: “i want more !!! Ma quando diavolo incideranno un lavoro più lungo questi diavoli di ragazzi con le creste verdi, pieni di tatuaggi?”, insomma ragazzi con i quali non vorreste mai uscisse vostra figlia.


                                                                                                                    

                                                                                                      Pasquale Wally Boffoli




        


LASCIA UN COMMENTO!
 
Torna ai contenuti | Torna al menu